Si rifornivano di droga in Marocco

Si rifornivano di droga, in particolare hascisc e cocaina, dal Marocco - da cui provenivano ingenti quantità di stupefacenti - per poi rivenderla in tutta la Basilicata e in alcune zone della Puglia attraverso una fitta rete di pusher e sulla base di un'organizzazione strutturata che non aveva contatti con clan mafiosi delle regioni limitrofe, ma che gestiva direttamente acquisti e vendite, anche imponendo il controllo del territorio con minacce, estorsioni e attentati dinamitardi. I particolari dell'operazione - che oggi ha portato a 13 arresti - sono stati illustrati a Potenza, in una conferenza stampa.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Nuova del Sud
  2. La Nuova del Sud
  3. Radio Senise News
  4. La Siritide
  5. La Siritide

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Rapolla

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...